Giornale della Brianza
"Un giornale scritto dai propri lettori ..."
Direttore: Giovanni Marcucci

  Sezioni  
 


PRIMA PAGINA
Politica
Cronaca
Sport
Economia
Curiositā
Associazioni
Approfondimenti
Tempo libero
Cultura e Arte
Ambiente

 
  La Goccia ...  
 
del direttore
che fa traboccare il vaso
collegio 10
dal futuro
del lago di Pusiano
di evasione
di giustizia
di salute
di sapore
di sudore
di umorismo
d'oriente
iridata
sullo spartito


 
  Le altre pagine  
 
I links

Numeri utili
 
 
 


di Lauretta Carpani, CEDAL di Pusiano
Febbraio 2005

Puntuali come un orologio svizzero, anche quest'anno con l'arrivo del "vero" freddo, sul lago di Pusiano sono arrivati i cormorani che da anni frequentano abitualmente lo specchio d'acqua. La loro presenza risale al 1dicembre del 1991, quando in una fredda mattinata, alcuni cormorani planarono sulla sponda nord occidentale dell'isola dei Cipressi, prendendo possesso di una quercia plurisecolare che da allora è diventata una loro residenza privilegiata. Nel 1991, i primi ad arrivare furono una sessantina; l'anno successivo erano già più di cento, fino ad arrivare a 641 nel 2002. Misteriosamente, nell'inverno del 2003 la loro presenza si è quasi dimezzata, per poi riprendere di nuovo quest'anno con grande allarme per i pescatori preoccupati per la … "concorrenza". È stata ricostruita la rotta che i cormorani seguono ogni anno. Partono dalla Libia, sorvolano la Sardegna per poi deviare sulla Liguria ed entrare nella Pianura padana che risalgono sino alla confluenza del Ticino con il Po per poi involarsi sino al lago di Pusiano.
Organizzato dal CEDAL, Venerdì 4 Febbraio si è svolta una tavola rotonda che ha portato alla convinta assoluzione del cormorano come causa della penuria di pesce nel nostro lago. "È una criminalizzazione gratuita del cormorano che pur nutrendosi abitualmente di pesci, nel nostro caso preferisce procurarsi il cibo nelle discariche a cielo aperto della bassa milanese verso le quali si invola al mattino di buon ora. La loro presenza è stata notata lungo le sponde del Ticino, dove restano sino al tardo pomeriggio, per fare poi ritorno all'isola nel tardo pomeriggio. Il pesce da loro predato sul lago, rappresenta solo una minima parte dello loro dieta ed è del tutto ininfluente sulla situazione ittica del lago ". È invece impressionate l'aspetto degli alberi sui quali si posano, che a causa dei loro escrementi hanno assunto un colore biancastro che spicca fra la flora circostante.

 
 
 
       

La Goccia Briantea è un periodico mensile di informazione, politica,
cultura, spettacolo, umorismo e associazionismo.
Il sito, ottimizzato per versioni di INTERNET Explorer e NETSCAPE superiori alla 4.0,
è gestito dall'Associazione "La Goccia" (Rogeno - LC)