Giornale della Brianza
"Un giornale scritto dai propri lettori ..."
Direttore: Giovanni Marcucci

  Sezioni  
 


PRIMA PAGINA
Politica
Cronaca
Sport
Economia
Curiosità
Associazioni
Approfondimenti
Tempo libero
Cultura e Arte
Ambiente

 
  La Goccia ...  
 
brianzolitudine
del direttore

che fa traboccare il vaso
comics
collegio 10
dal futuro
del lago di Pusiano

d'arte

dal web

da togliere
di evasione
di filosofia
di giustizia
di salute
di sapore
di sudore
di umorismo
di vino
d'oriente
iridata
sullo spartito
a quattro zampe



 
  Le altre pagine  
 
I links

Numeri utili
 
 
 

Libertà di espressione

Febbraio 2008

L’informazione popolare, gratuita, amatoriale e basata sul volontariato rischia ogni giorno di morire a tutto vantaggio dell’informazione commerciale o di quella politicamente controllata. La maggior parte delle notizie e opinioni che circolano su giornali, telegiornali, radio e riviste proviene da poche agenzie di stampa, che ogni giorno svolgono un’opera di selezione, controllo e filtraggio delle informazioni. Spesso le realtà più emarginate e le più grandi ingiustizie sociali vengono semplicemente ignorate. Tutta l’informazione prodotta al di fuori di questo cerchio viene soffocata, deve essere ‘controllata’ e giudicata accettabile per circolare. Tutto ciò può essere combattuto soltanto garantendo una molteplicità delle fonti informative e garantendo a ogni individuo l’accesso ai canali comunicativi. L’intrusione della politica soffoca la piccola editoria, l’autoproduzione letteraria, la stampa locale, le piccole riviste delle associazioni e degli organismi no profit, schiacciati d’altro lato dal un “libero” mercato sempre più esigente e competitivo. Ogni giorno, nell’indifferenza generale, muoiono riviste, case editrici, piccole radio locali e molte altre forme di espressione editoriale, radiofonica e televisiva che non possono garantire il profitto necessario alla propria sopravvivenza. I nuovi bavagli alla libertà di stampa, alla libertà giornalistica e alla libertà editoriale passano inosservati alla maggior parte delle persone, e proprio per questo rappresentano una preoccupante minaccia per una società civile distratta. Tutti devono poter partecipare alle attività dei mezzi di comunicazione, producendo, consultando e rielaborando le informazioni, in rete e fuori. Vista l’aria che tira …dobbiamo mobilitarci, ognuno coi mezzi che ha a disposizione, per salvaguardare la libertà di espressione e il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione, come stabilito dall’articolo 21 della nostra costituzione.

 
 
 
       

La Goccia Briantea è un periodico mensile di informazione, politica,
cultura, spettacolo, umorismo e associazionismo.
Il sito, ottimizzato per versioni di INTERNET Explorer e NETSCAPE superiori alla 4.0,
è gestito dall'Associazione "La Goccia" (Rogeno - LC)