Giornale della Brianza
"Un giornale scritto dai propri lettori ..."
Direttore: Giovanni Marcucci

  Sezioni  
 


PRIMA PAGINA
Politica
Cronaca
Sport
Economia
Curiosità
Associazioni
Approfondimenti
Tempo libero
Cultura e Arte
Ambiente

 
  La Goccia ...  
 
del direttore
che fa traboccare il vaso
comics
collegio 10
dal futuro
del lago di Pusiano
dal web

da togliere
di evasione
di filosofia
di giustizia
di salute
di sapore
di sudore
di umorismo
di vino
d'oriente
iridata
sullo spartito
a quattro zampe



 
  Le altre pagine  
 
I links

Numeri utili
 
 
 

COS’È L’ AREA DEL MAIS

Novembre 2006
di Giovanni Liga

L’area detta “Maìs” coincide con un’appendice del territorio di Bosisio Parini incuneata entro il territorio di Molteno. Si tratta di un’area pressoché pianeggiante, che sale leggermente verso nord, attualmente occupata da prati e seminativi inframmezzati da appezzamenti boscati e filari. L’area, perimetrata come nell’immagine, ha una superficie lorda di circa 41 Ha. L’area confina a sud con il corso della Bevera, la cui fascia fluviale si estende in sponda destra per una profondità variabile da 250 a 350 m circa. A seguito dei previsti interventi di sistemazione idraulica del Torrente Gandaloglio, la profondità della fascia inondabile arretrerà di circa 100 m. A nord e a sud l’area si sovrappone ai corridoi ecologici indicati dal PTCP, sia pure con un segno di primissima approssimazione.Inoltre, l’intera area è soggetta al vincolo ex art. 136 del Codice dei Beni Culturali che comprende tutto il territorio di Bosisio. Questi
vincolo assorbe quelli relativi ai corsi d’acqua e ai boschi, di cui all’art. 142 del Codice. Il vincolo idraulico attuale e il mantenimento del bosco nella parte settentrionale dell’area comportano la sottrazione di circa 16 Ha, che potranno ridursi a 10~12 a seguito delle previste sistemazioni del Gandaloglio. Restano quindi da 25 a 30 Ha di spazio utilizzabile. È tuttavia evidente che l’edificazione non potrà neanche lontanamente avvicinarsi agli indici adottati nelle aree contigue del comune di Molteno, sia per ragioni di qualità dell’insediamento, sia per consentire che non vada interamente perduta la funzione di connessione ecologica tra i due corridoi del PTCP. In ogni caso, è evidente che la trasformazione di quest’area dallo stato attuale in area produttiva comporterebbe un certo costo ambientale, stante il ruolo ecologico relativamente importante svolto dall’area, dovuto principalmente alle due ragioni già ricordate: la relativa complessità del paesaggio agrario e la collocazione a cavallo dei due corridoi ecologici individuati dal PTCP.
Giovanni Liga

 
 
 
       

La Goccia Briantea è un periodico mensile di informazione, politica,
cultura, spettacolo, umorismo e associazionismo.
Il sito, ottimizzato per versioni di INTERNET Explorer e NETSCAPE superiori alla 4.0,
è gestito dall'Associazione "La Goccia" (Rogeno - LC)