Giornale della Brianza
"Un giornale scritto dai propri lettori ..."
Direttore: Paola Sandionigi

  Sezioni  
 


PRIMA PAGINA
Politica
Cronaca
Sport
Economia
CuriositÓ
Associazioni
Approfondimenti
Tempo libero
Cultura e Arte
Ambiente

 
  La Goccia ...  
 
brianzolitudine
del direttore

che fa traboccare il vaso
comics
collegio 10
dal futuro
del lago di Pusiano

d'arte

dal web

da togliere
di evasione
di filosofia
di giustizia
di salute
di sapore
di sudore
di umorismo
di vino
d'oriente
iridata
sullo spartito
a quattro zampe



 
  Le altre pagine  
 
I links

Numeri utili
 
 
 

Novità a scuola

Novembre 2009

Si è svolta mercoledì 28 ottobre l’assemblea organizzata dalla direzione didattica, dalle maestre della scuola primaria di Rogeno e dall’amministrazione comunale per un confronto con i genitori degli alunni interessati al servizio mensa che sarà attivato nel mese di gennaio se l’iter burocratico, già in fase avanzata, si concluderà nei tempi previsti. Erano presenti la buona parte dei genitori dei 116 alunni che frequentano la scuola di Rogeno a testimoniare che l’argomento è molto sentito dalle famiglie.
Ha aperto la seduta il sindaco Antonio Martone che dopo il benvenuto ed una breve introduzione ha passato la parola l’Arch. Corti Francesco, assessore ai lavori pubblici e all’urbanistica che sta curando, con i tecnici comunali, l’attivazione delle necessarie procedure per la realizzazione del servizio.
La mensa avrà sede nel centro sportivo di viale Piave che contiene una ampia sala adatta allo scopo ed un locale idoneo al ricevimento dei pasti oltre che servizi adeguati ad ospitare i bambini. Non è stato possibile realizzare la mensa all’interno dell’edificio scolastico per mancanza di spazi che rispettino la vigente normativa sull’edilizia scolastica, considerato anche l’aumento del numero delle sezioni e la prospettiva di abbandonare l’edificio nei prossimi anni.
La scelta operata permette inoltre di attivare il servizio in tempi brevi, con una quantità minima di opere edili e di costi, senza rubare nessuno spazio all’attività didattica e senza dover sopportare ancora una volta la coesistenza di un cantiere edile a fianco delle aule in cui si svolgono le lezioni; infine al termine del pasto ci sarà anche l’opportunità di poter utilizzare la struttura sportiva da parte dei bambini.
Verrà scelta una ditta del territorio che, come avviene ad esempio nella scuola materna “Ratti”, porterà il cibo in appositi contenitori: i pasti saranno scodellati in loco per garantire una migliore qualità del cibo ed un’adeguata temperatura. Ogni mattina le insegnanti raccoglieranno i buoni pasto, che costeranno attorno ai 4 €, in modo che chi sarà assente non dovrà sostenere alcun costo; comunicheranno quindi alla ditta che fornirà il servizio l’esatto numero dei pasti necessari per il giorno. Gli alunni che invece non usufruiranno del servizio mensa avranno comunque garantito il pulmino per il tragitto casa-scuola.
Il percorso dalla scuola alla palestra si farà a piedi, come richiesto dalla direzione didattica e dal consiglio di circolo, a condizione che sia garantita almeno la presenza di un agente di polizia locale oltre alle insegnanti in servizio ed a volontari che l’amministrazione si è impegnata a reperire per garantire la massima sicurezza agli alunni. Durante il passaggio degli alunni nel breve tratto di Viale Piave sprovvisto di marciapiede il traffico sarà completamente bloccato in entrambi i sensi di marcia.
Sul fatto di effettuare il tragitto a piedi è intervenuto il Dr Maurizio Gevi, dell’Asl di Lecco che ha elencato i benefici per gli alunni che fanno un’adeguata attività motoria in particolare per l’apparato cardio circolatorio, metabolico e scheletrico oltre al fatto che gli alunni arrivano più rilassati a scuola. Per questo ha auspicato che, oltre agli spostamenti previsti per il pasto, gli alunni facciano il percorso da casa a scuola e viceversa a piedi, come si faceva anni fa; in sostanza ha invitato a realizzare anche a Rogeno il servizi piedibus, già realtà per 2000 alunni e 30 comuni della provincia di Lecco.
Il punto di vista della scuola è stato espresso dalla direttrice didattica dott.ssa Perego Patrizia che ha portato la positiva esperienza di Sirone e Garbagnate Monastero dove il piedibus è già attivo. Relativamente alla mensa la direttrice ha sottolineato come Rogeno sia l’unico comune del territorio a non aver ancora attuato questo servizio richiesto dalla quasi totalità delle famiglie; ha precisato inoltre che la sorveglianza degli alunni competerà alla scuola e sarà realizzata dalle insegnanti e che, dalla esperienza di altre scuole, la mensa è un momento educativo dello stare a tavola che favorisce la socializzazione degli alunni.
Sostanzialmente positive le impressioni espresse dai genitori presenti. Rimane una forte preoccupazione espressa da alcuni genitori per il passaggio degli alunni nella strettoia lunga 60 metri a monte di viale Piave tanto che alcuni, oltre alle misure prese dall’amministrazione, hanno proposto la posa di un semaforo a chiamata che diventi rosso in entrambi i sensi al passaggio degli alunni.
L’assessore Corti ha precisato che, in accordo anche alle dovute analisi effettuate con la polizia locale, verranno comunque attuati dei miglioramenti al tratto percorso dai bambini tramite una idonea segnaletica stradale e la posa di dossi per rallentare il traffico delle auto in transito. Tutte misure che serviranno a migliorare la sicurezza viabilistica non solo degli alunni, ma di tutti i pedoni in uno snodo critico del paese.

 
 
 
       

La Goccia Briantea è un periodico mensile di informazione, politica,
cultura, spettacolo, umorismo e associazionismo.
Il sito, ottimizzato per versioni di INTERNET Explorer e NETSCAPE superiori alla 4.0,
è gestito dall'Associazione "La Goccia" (Rogeno - LC)