Giornale della Brianza
"Un giornale scritto dai propri lettori ..."
Direttore: Paola Sandionigi

  Sezioni  
 


PRIMA PAGINA
Politica
Cronaca
Sport
Economia
Curiosità
Associazioni
Approfondimenti
Tempo libero
Cultura e Arte
Ambiente

 
  La Goccia ...  
 
brianzolitudine
del direttore

che fa traboccare il vaso
comics
collegio 10
dal futuro
del lago di Pusiano

d'arte

dal web

da togliere
di evasione
di filosofia
di giustizia
di salute
di sapore
di sudore
di umorismo
di vino
d'oriente
iridata
sullo spartito
a quattro zampe



 
  Le altre pagine  
 
I links

Numeri utili
 
 
 

Erba, A colloquio con l’assessore ai lavori pubblici Paolo Farano

di Chiara Bernasconi

Vi siete da poco riuniti per pianificare il Pgt. Ci può dire qualcosa a riguardo?

Il Pgt (piano di governo del territorio, ndr) verrà adottato a partire da metà gennaio. Dopodiché ci saranno i 60 giorni canonici per le osservazioni e quindi l’approvazione definitiva. Si tratta di un piano molto contenuto in quanto ad edificabilità: punta soprattutto alla salvaguardia dei corridoi ecologici (i collegamenti tra la zona pianeggiante e quella più alta, tra l’edificato e il non costruito, per permettere alla fauna di attraversare tranquillamente la città), concordati con la Provincia, in virtù della politica di collaborazione con la Provincia adottata dall’Amministrazione Comunale.
L’argomento fulcro del Pgt riguarda un’enorme area nel centro della città, costituita dai terreni dell’ex-Gasfire, dell’ex- Enel, dell’ex-Mulino Mottana e dell’ex-Asme, liberatisi tutti nello stesso periodo. Vorremmo realizzare un nuovo centro di Erba, con dei percorsi pedonali e un grande parcheggio interrato; stiamo pensando anche ad un eventuale teatro o auditorium da costruire nell’area.

Quali sono i principali lavori pubblici in corso?

Innanzitutto la nuova biblioteca comunale in via Joriati, che era stata programmata dalla precedente amministrazione; noi abbiamo continuato l’iniziativa con la costruzione vera e propria. Rispetto al progetto originale sono state apportate alcune modifiche, in accordo con i progettisti: ad esempio il rivestimento esterno in legno naturale a vista, è stato tinteggiato di grigio per evitare che assumesse un aspetto fatiscente. Un’altra variazione riguarda alcuni rivestimenti interni: i pavimenti previsti erano in battuto di cemento, materiale difficile poi da gestire e mantenere, quindi abbiamo optato per un pavimento di legno di tipo industriale.
La consegna dei lavori è prevista entro la fine di dicembre, poi ci vorranno un paio di mesi per l’arredamento ed il trasferimento. Presumibilmente sarà agibile nei primi mesi del 2010.
Un altro progetto in fase di realizzazione riguarda la nuova sede della polizia locale. I lavori stanno purtroppo procedendo un po’a rilento, ma anche in questo caso l’inaugurazione dell’edificio è prevista entro i primi mesi del 2010. La palazzina sarà formata da tre piani: il primo sarà a disposizione dei servizi sociali; secondo e terzo piano saranno invece destinati alla polizia locale.
Stiamo inoltre continuando i lavori in via Milano: verrà realizzato un grande parcheggio di 350 posti auto per la sicurezza dei ragazzi che usufruiscono dei locali notturni della zona. Sarà poi costruita una barriera invalicabile tra la strada ed i locali, lunga 370 m, al fine di rendere sicuro il passaggio di questi ragazzi, evitando l’attraversamento che è pericolosissimo. Vi si potrà accedere dall’interno della via Cascina California.

Nei progetti dell’amministrazione comunale rientra anche un ampliamento del Centro Sportivo del Lambrone.

Da parte nostra c’è la volontà di rivalutare questo Centro che al momento è un po’poco utilizzato e sfruttato. Verrà creata una piscina: stiamo acquisendo i terreni ed abbiamo già contattato diverse aziende interessate alla realizzazione del progetto. L’area del Lambrone è molto interessante, anche dal punto di vista naturalistico per la presenza di alcuni sentieri che attualmente vengono utilizzati solo dai contadini e dalle aziende agricole.

Il nostro obiettivo è quello di abbinare lo sport all’aspetto naturalistico, ludico e anche turistico: non bisogna dimenticare che nella zona ci sono anche Lariofiere e l’Hotel Leonardo Da Vinci, centri di esposizione e congressi. È stato inoltre approvato il progetto del centro polifunzionale della protezione civile(sito nella stessa area), concordato con le Province di Como e Lecco e la Regione Lombardia; questi stessi enti finanzieranno l’iniziativa, dal costo circa di 1 milione e mezzo di €. Nello specifico verrà realizzato un centro di protezione civile a livello interprovinciale, collocato in posizione strategica e a metà strada tra i centri di Como e Lecco.

Vi sono altri programmi per il futuro?

Vorremmo che ci fosse una maggiore unione tra le frazioni ed il centro attraverso dei collegamenti ciclo-pedonali protetti. Attualmente, il collegamento tra il centro e l’area del Lambrone, avviene tramite la strada Alzaia del Lambro, che è un po’ristretta; stiamo pensando di realizzare una nuova strada di ingresso al Centro Sportivo davanti a Lariofiere ed utilizzare l’Alzaia del Lambro come ciclo-pedonale.

Chiara Bernasconi

 
 
 
       

La Goccia Briantea è un periodico mensile di informazione, politica,
cultura, spettacolo, umorismo e associazionismo.
Il sito, ottimizzato per versioni di INTERNET Explorer e NETSCAPE superiori alla 4.0,
è gestito dall'Associazione "La Goccia" (Rogeno - LC)