Giornale della Brianza
"Un giornale scritto dai propri lettori ..."
Direttore: Giovanni Marcucci

  Sezioni  
 


PRIMA PAGINA
Politica
Cronaca
Sport
Economia
Curiositą
Associazioni
Approfondimenti
Tempo libero
Cultura e Arte
Ambiente

 
  La Goccia ...  
 
brianzolitudine
del direttore

che fa traboccare il vaso
comics
collegio 10
dal futuro
del lago di Pusiano

d'arte

dal web

da togliere
di evasione
di filosofia
di giustizia
di salute
di sapore
di sudore
di umorismo
di vino
d'oriente
iridata
sullo spartito
a quattro zampe



 
  Le altre pagine  
 
I links

Numeri utili
 
 
 

Più sicuri con la Regione

Ottobre 2008

Ogni qualvolta le condizioni
meteo si fanno avverse, succede
qualcosa.
Vuoi uno smottamento, vuoi
una voragine nelle strade o
un allagamento.
Adesso la Regione Lombardia
è decisa a arginare tutto
quanto possibile.
Un piano di protezione civile
che va oltre il solito strumento
fatto di fogli e fascicoli, ma
che vuole essere un valido
piano di lavoro con l’augurio
che non serva mai.
Con l’augurio che non ci siano
mai sciagure tali da richiedere
un intervento.
Una mappatura delle aree a
rischio frana, di quelle che
potrebbero essere al centro
di un’esondazione, dei distributori
di benzina che troppo
spesso sorgono nelle vicinanze
di scuole.
E soprattutto una fotografia
della popolazione, aggiornando
il numero dei residenti
divisi per adulti, maschi e
femmine, per bambini, e chiarendo
i loro numeri di scarpe
e taglia d’abito. Nessuno deve
andare a fare shopping, ma è
fondamentale sapere quali
beni potrebbero essere necessari
in caso di un disastro: di
una frana, di un terremoto o
di un incendio, tanto per fare
qualche esempio.
Una schedatura che permette
di intervenire miratamene in
modo celere.
Cinquantotto dei novanta
Comuni che compongono lo
scacchiere provinciale, hanno
già chiesto di beneficiare
dei finanziamenti regionali
per redarre il nuovo piano.
La Regione ha a disposizione
un milione e mezzo di euro
da distribuire sull’intero territorio
lombardo. <<Lecco è
una delle aree dove c’è stato
l’interesse maggiore – ha assicurato
l’assessore regionale
Stefano Maullo -. Con il lecchese
abbiamo un rapporto
consolidato negli anni, attualmente
abbiamo a disposizione
un milione e mezzo
di euro per tutta la Lombardia,
ma possiamo aumentare
il fondo, importante è che i
Comuni snelliscano le procedure
e facciano le richieste
per avere i finanziamenti e
cominciare a lavorare>>.
Un piano su cui l’assessore
provinciale alla protezione
civile Maurizio Corbetta,
punta parecchio. <<L’amministrazione
provinciale tramite
il fondo regionale copre
l’80% dei costi per il piano.
Piano che deve essere uno
strumento dettagliato e di facile
utilizzo.
Devono essere indicate con
precisione le aree a rischio
idrogeologico con la memoria
degli interventi già realizzati
– ha rimarcato Corbetta
-, la mappatura delle aree
soggette ad una potenziale
esplosione o incendio, l’ubicazione
delle scuole che chissà
come mai spesso sorgono
vicino a dei potenziali luoghi
pericolosi. Inoltre è importantissimo
individuare le aree
di evacuazione>>.

 
 
 
       

La Goccia Briantea è un periodico mensile di informazione, politica,
cultura, spettacolo, umorismo e associazionismo.
Il sito, ottimizzato per versioni di INTERNET Explorer e NETSCAPE superiori alla 4.0,
è gestito dall'Associazione "La Goccia" (Rogeno - LC)